opac, catalogo, online,servizi, biblioteca, sebina

La guerra, il nemico, l'amico, il partigiano : Ernst Jünger e Carl Schmitt

Predieri, Alberto

1999

Abstract
Il trauma della prima guerra mondiale segnò combattenti e non combattenti condizionando le concezioni politiche, la letteratura e l'arte. Schmitt ne trasse la base di una politologia basata sul conflitto amico-nemico, sull'aut-aut che impone il soggiogamento se non la distruzione. Junger soldato eroico e fortunato scrittore di guerra, vide fra i primi l'emergere della guerra totale che sarebbe divenuta totalitaria nella seconda guerra mondiale. Il volume indaga l'evoluzione delle rispettive concezioni politiche.
  • Lo trovi in
  • Scheda
  • Unimarc