opac, catalogo, online,servizi, biblioteca, sebina

Diritto e forza : la questione della regola come limite all'arbitrio giuridico

Borrello, Maria

2006

Abstract
Il discorso giuridico attuale sembra aderire a una deriva culturale per la quale tutto sarebbe interpretazione. Tuttavia, si avverte sempre più l'esigenza di riservarsi la possibilità di pervenire a un giudizio in verità, di disporre di un principio che permetta una tale qualificazione del diritto e che consenta di contestarlo, ma sempre a nome del diritto. Questa riflessione intende opporsi a una concezione dogmatica per la quale la regola giuridica costituirebbe il criterio formale tramite il quale pensare il diritto. Se si intende rifiutare l'impostazione che riconduce il concetto di regola all'enunciato che, tramite la definizione, organizzerebbe la razionalità del discorso giuridico; d'altro canto la formalizzazione della nozione di regola deve escludere ogni forma di relativismo. L'identificazione del diritto con una pura espressione di forza non può che urtare con la sua stessa essenza, nella misura in cui si riconosca nel diritto l'espressione di un principio trascendente, capace [...]