opac, catalogo, online,servizi, biblioteca, sebina

Discorso sopra le regole di governo della Banca d'Italia : una prospettiva storica

Acerbi, Giuseppe <1944- >

2007

Abstract
La legge sul risparmio e la riforma dei 2006 dello Statuto della Banca d'Italia hanno posto rimedio ad anacronismi delle sue regote di governo, che furono fattore della crisi del secondo semestre 2005. Rimangono singolarità nell'organizzazione statutaria della nostra Banca centrale, che, nella revisione compiuta che dovrà fare seguito alla prossima ridefinizione delle partecipazioni al suo capitale, devono essere conosciute nelle loro origini. Bonaldo Stringher disse nel 1928 che quell'organizzazione «deriva dalla storia della formazione originaria dell'Istituto, che risale alla finanza cavouriana». Per intenderla si deve partire da allora, e quindi dalle primissime radici, cioè dalla Banca di Genova (1844), per poi passare attraverso le modifiche adottate, senza soluzione di continuità, fino ad oggi. Il disegno riformistico potrà così avere basi di maggiore intelligenza di quella che è stata ed è una delle «leggende che sono belle» del nostro Paese. Guido Carii scrisse nel 1963 che «da [...]