opac, catalogo, online,servizi, biblioteca, sebina

I segni e la critica : fra strutturalismo e semiologia

Segre, Cesare

2008

Abstract
Liberatosi da insidiose proposte e scoramenti, Cesare Segre mostrò in questo volume che il modo migliore per uscire dalle secche in cui sembrava essersi avviata la critica letteraria, era rimettersi al lavoro: riflettere sui principi, verificare i metodi; ma sempre in maniera sperimentale, cioè nel concreto esercizio di analisi, decisamente storicizzate, sui testi. Entro un "racconto critico", Segre affronta con nuove proposte la tematica del comico, dei generi letterari e dell'autobiografia; si sofferma sui suggerimenti dell'ermeneutica e sull'essenza narrativa del "motivo"; rivendica i diritti della corporeità come sorgente di ogni punto di vista. La varietà degli assaggi si riflette nell'ampia gamma degli autori sottoposti a indagine: da Boccaccio a Manzoni, illustrato come teorico della letteratura, da Petrarca ad Alfieri, dai primi "macaronici" a Cervantes e a Corneille maestro d'illusioni.
  • Lo trovi in
  • Scheda
  • Unimarc
USM$M8Z0@Scienze Antichita' Filologia moderna. Magazzino

Scienze Antichita' Filologia moderna. Magazzino

Documento disponibile

Richiesta di prestito

Inventario
174 10383
Collocazione
14L. B04. 4330 (2