opac, catalogo, online,servizi, biblioteca, sebina

La profondità della scena : il teatro visitato da Kierkegaard, Kierkegaard visitato dal teatro

2008

Fa parte di
Quaderni di studi kierkegaardiani , 6
Abstract
Nel 1846, un Kierkegaard poco più che trentenne iniziò ad annotare le proprie riflessioni in quaderni sul cui frontespizio tracciava un grande "NB" (ovvero: NotaBene). Con questa sigla soleva indicare ciò che si proponeva di tener presente, ciò su cui voleva richiamare l'attenzione, ciò che richiedeva un commento, ironico, serio o ammonitore. Nello scegliere NotaBene come titolo dei "Quaderni di studi kierkeguardiani", si è voluto, quindi, utilizzare la stessa sigla adottata dal filosofo danese per i suoi appunti, ad indicare una "ripresa" del suo esercizio di pensiero. Il logo dei Quaderni, che riproduce il disegno di un uomo con il cannocchiale, sorta di "autoritratto" di mano dello stesso Kierkegaard , vuole poi sottolineare un duplice aspetto della sua fisionomia intellettuale: quello dell'osservatore accurato e quello dell'ironista acuto e mordace, capace però anche di autoironia. Sono questi, infatti, i tratti che hanno reso il filosofo danese uno dei pensatori più lucidi e incisivi [...]
  • Lo trovi in
  • Scheda
  • Unimarc
USM$M2M5@Lingue. Germanistica

Lingue. Germanistica

Documento per sola consultazione interna

Inventario
175 17032
Collocazione
11L.G. M04. 147
Note
1 V.