opac, catalogo, online,servizi, biblioteca, sebina

Firenze 1530 : l'assedio, il tradimento : vita, battaglie e inganni di Malatesta Baglioni capitano dei fiorentini nella guerra fra Repubblica e impero

Monti, Alessandro <1971- >

2008

Abstract
L'assedio di Firenze: un conflitto voluto da papa Clemente VII, fiorentino, per riportare al potere la sua famiglia cacciata pochi anni prima. L'assedio fu un lungo dramma, e nel suo ruolo di capitano generale Malatesta ne fu il protagonista: al servizio di Firenze contro gli eserciti dell'imperatore e del papa. Firenze ne uscì sconfitta, e fu l'inizio del Principato mediceo. Malatesta ne uscì invece vincitore: salvò la città dalla distruzione proteggendola contro i più potenti eserciti del tempo. Fu la massima espressione dell'arte militare di Malatesta, anche se nessuno storico ne ha mai riconosciuto i meriti. Al contrario: l'assedio fu l'episodio dal quale il BagLioni uscì con l'imperitura fama di traditore, per avere imposto con la forza la resa a quei vertici politici che volevano sacrificare La città pur di non cedere Le armi. Gli sconfitti non gliela perdonarono. Erano gli Arrabbiati, i repubblicani più intransigenti, e fu sulla base delle loro cronache che venne scritta la storia di quei giorni [...]
  • Lo trovi in
  • Scheda
  • Unimarc
USMO3@Scienze Storia

Scienze Storia

Documento disponibile

Richiesta di prestito

Inventario
153 63375
Collocazione
10L. 05.1.B.2.A. 0551