opac, catalogo, online,servizi, biblioteca, sebina

La non discriminazione nell'Unione europea

Favilli, Chiara

2008

Abstract
L'inserimento dell'art. 13 nel Trattato sulla Comunità europea, ad opera del Trattato di Amsterdam del 1999, ha sancito l'inizio dì una nuova fase della lotta alla discriminazione. Ai divieti di discriminazione per motivi di nazionalità e di sesso, che costituiscono un aspetto essenziale del diritto comunitario sin dalle sue origini, si sono aggiunti nuovi strumenti giuridici volti a contrastare la discriminazione per motivi di razza ed origine etnica, religione e convinzioni personali, età, disabilità ed orientamento sessuale. Tali strumenti contribuiscono ad arricchire il contenuto del principio generale di non discriminazione la cui sostanziale omogeneità si deve però confrontare con la differente tutela assicurata dalle normative comunitarie ai singoli motivi di discriminazione, già diversamente tutelati negli ordinamenti giuridici degli Stati membri. Il libro, ripercorrendo l'evoluzione dei divieti contro la discriminazione sanciti nel Trattato istitutivo, analizza le caratteristiche [...]
  • Lo trovi in
  • Scheda
  • Unimarc
USM$L7V7@Scienze giuridiche Beccaria. Diritto ecclesiastico

Scienze giuridiche Beccaria. Diritto ecclesiastico

Documento per sola consultazione interna

Inventario
402 1793
Collocazione
9G. 06F.EU. 274
Note
1 V.