opac, catalogo, online,servizi, biblioteca, sebina

Le Olimpiadi dei nazisti : Berlino 1936

Large, David Clay

2009

Abstract
Adolf Hitler non aveva abitudini sportive, ma dopo la conquista del potere nel 1933, non tardò a intuire che i Giochi olimpici di Berlino, programmati per il 1936, si sarebbero prestati a una grande operazione di regime. Occorreva esibire al mondo le straordinarie capacità organizzative della Germania. E occorreva soprattutto proclamare concretamente la validità dei principi razziali a cui il regime intendeva ispirarsi. Lo sforzo organizzativo fu rigoroso e scrupoloso. I tecnici del Comitato olimpico tedesco prepararono minuziosamente il trasferimento della fiamma olimpica dalla Grecia a Berlino. Il problema non era soltanto logistico. Si voleva gettare un ponte tra la Germania e l'Antica Grecia, dare una base storica e spirituale al neopaganesimo che sarebbe stato da quel momento la vera religione del Reich. I Giochi furono sin dall'inizio una festa politica, sceneggiata e orchestrata in funzione delle ambizioni e della strategia della Germania di Hitler. L'apparizione della televisione [...]
  • Lo trovi in
  • Scheda
  • Unimarc