opac, catalogo, online,servizi, biblioteca, sebina

Guerra segreta nell'antica Roma

Sheldon, Rose Mary

2008

Abstract
Le attività di intelligenze sono sempre state parte integrante degli affari di stato, tanto che senza di esse i Romani non avrebbero potuto edificare e salvaguardare il loro impero. Sia in età repubblicana che in età imperiale, i Romani furono consapevoli che, per difendere i confini, per controllare la popolazione, per tenersi al passo con gli sviluppi politici all'estero e per garantire la sicurezza interna del loro stesso Stato, occorreva disporre di un mezzo utile a raccogliere informazioni, di uno strumento in grado di orientare efficacemente le decisioni. La definizione di "attività di intelligence" in realtà include una vasta gamma di argomenti, solo approssimativamente legati alla messa in pratica di quelle arti da parte dei servizi di informazione dei nostri tempi. L'Autrice usa il concetto moderno di "ciclo di intelligence" per rintracciare le attività segrete praticate dai privati cittadini, dalle istituzioni governative e militari. La varietà è ampia: spazia dalle attività di [...]
  • Lo trovi in
  • Scheda
  • Unimarc
USM$L1T6@Sala Settecento. Diritto romano

Sala Settecento. Diritto romano

Documento disponibile

Richiesta di prestito

Inventario
292 6316
Collocazione
S.D.R. 18. 0924