opac, catalogo, online,servizi, biblioteca, sebina

Gli amici dei miei amici sono miei amici : la letteratura e il teatro di Giuseppe Patroni Griffi

D'Amora, Mariano

2013

Abstract
Al pari di altri scrittori della sua generazione (Moravia, Testori, Pasolini) anche Patroni Griffi arriva al teatro dopo aver esordito nella narrativa. Come se il romanzo non bastasse più a contenere la soluzione plastica dei temi e dei problemi che l'immaginazione pone, il teatro sembra prestarsi meglio di altri medium al superamento della crisi del Neorealismo scoppiata a metà degli anni Cinquanta. È pur vero che solo questo scrittore eleggerà il teatro (tanto come drammaturgo quanto come regista) a costante del suo percorso artistico, riuscendo a portare sulla scena una nuova lingua in grado di farsi analisi dei sentimenti ambigui e selettivi di una borghesia che non è più in grado di rivedersi nei valori di cui vorrebbe essere portatrice. Quando alla fine degli anni Cinquanta, Patroni Griffi si accosta al teatro, la scena italiana appare ancora impaludata in antichi siparietti da drammaturgia piccolo borghese, incapace di rappresentare la sete di vita e di esperienze della generazione del secondo dopoguerra [...]
  • Lo trovi in
  • Scheda
  • Unimarc
USMP8@Arte musica spettacolo

Arte musica spettacolo

Documento disponibile

Richiesta di prestito

Inventario
020 8130
Collocazione
15L. T02.S. 525