opac, catalogo, online,servizi, biblioteca, sebina

Gli altari nella scultura e nei mosaici di Ravenna (5.-8. secolo)

Sotira, Letizia

2013

Abstract
Se Ravenna, tre volte capitale fra l'età placidiana e quella giustinianea, vanta un patrimonio di mosaici parietali paleocristiani e bizantini qualitativamente e quantitativamente unico al mondo, si distingue anche nell'ambito della coeva scultura, che testimonia sia lo stretto legame con Costantinopoli, sia l'elaborazione di un linguaggio artistico locale. Eccezionale, in particolare, è la concentrazione di altari integri o frammentari, conservati all'interno degli edifici di culto e nei musei della città, ai quali si uniscono anche gli esemplari rappresentati nelle decorazioni musive. Di tale classe di arredo liturgico, che solo in alcuni casi ha mantenuto le posizioni originarie, ma che è assai rilevante come espressione dell'osmosi artistica, culturale e commerciale fra Oriente ed Occidente, si propone un catalogo analitico e aggiornato, corredato di un ricco apparato fotografico.
  • Lo trovi in
  • Scheda
  • Unimarc
USMP8@Arte musica spettacolo

Arte musica spettacolo

Documento per sola consultazione interna

Inventario
020 9437
Collocazione
9L. J.RAV01. 017