opac, catalogo, online,servizi, biblioteca, sebina

Ius hominum causa constitutum : un diritto a misura d'uomo

Tafaro, Sebastiano

2009

Abstract
Il diritto romano conobbe nozioni confrontabili con quelle che oggi riconduciamo ai diritti dell'uomo? L'interrogativo, con le dovute remore per l'uso di concetti contemporanei riguardo all'antichità, è stimolato soprattutto dall'affermazione del giurista Ermogeniano: Cum igitur hominum causa omne ius constitutum sit (poiché tutto il diritto romano è stato creato in funzione degli uomini). L'enunciato sembrerebbe presupporre la consapevolezza della centralità dell'uomo. La quale, tuttavia, appare difficile da immaginare in un diritto ritenuto estremamente 'formale' e che conosceva la preminenza assoluta dei padri di famiglia, la schiavitù, l'enorme peso dei debiti; di modo che è apparso del tutto inadatto a riconoscere i diritti dell'uomo. Se così è, che senso aveva l'asserzione di Ermogeniano? Era stata una mera affermazione retorica o al più il frutto dell'illusione di un ingenuo interprete del diritto?
  • Lo trovi in
  • Scheda
  • Unimarc
USM$A6R7@Studi giuridici e umanistici. Sottocrociera

Studi giuridici e umanistici. Sottocrociera

Documento per sola consultazione interna

Inventario
001 365339
Collocazione
CC32. 03.1. 059