opac, catalogo, online,servizi, biblioteca, sebina

I vizi capitali e i nuovi vizi

Galimberti, Umberto

Giangiacomo Feltrinelli Editore - 2003

Abstract
I vizi capitali riletti alla luce della contemporaneità e una sequenza di "nuovi vizi" che coincidono con "tendenze collettive" a cui l'individuo riesce a opporre deboli resistenze, pena l'esclusione sociale. Umberto Galimberti prende le mosse dai vizi capitali: Accidia, Avarizia, Gola, Invidia, Ira, Lussuria, Superbia. Identificati come "abiti del male" da Aristotele, come "opposizione della volontà dell'uomo alla volontà divina" nel Medioevo, appaiono infine come manifestazione psicopatologica nel Novecento. E anche i "nuovi vizi" (la sociopatia, la spudoratezza, il consumismo, il conformismo, la sessomania, il culto del vuoto) appaiono non come caratteristiche della personalità, ma come momenti di dissolvimento della personalità.
  • Lo trovi in
  • Scheda
  • Unimarc
USMB1@Agraria

Documento disponibile

Richiesta di prestito

Inventario
186 2957
Collocazione
AGR. 179.8 GALU(2003