opac, catalogo, online,servizi, biblioteca, sebina

La fine della televisione

Missika, Jean Louis

2007

Abstract
La televisione, così come la si è conosciuta, sta per scomparire anche se in pochi se ne sono accorti, affondando in un oceano di schermi, terminali, reti, portatili, che diffondono una quantità sterminata di immagini, suoni e parole da poter consumare a qualunque ora e dovunque. Questo significa che il ruolo di forum sociale che il mezzo televisivo ha svolto per decenni, lungo quelle che Missika chiama le sue età (paleo-, neo- e post-televisione), si va esaurendo. Ciò comporta che il servizio pubblico sarà sempre più sfasato rispetto ai ritmi imposti dalle innovazioni tecnologiche a costi decrescenti, e alle nuove generazioni che ne sono le consumatrici più accanite. La televisione d'antan potrebbe diventare allora un medium rivolto soprattutto alla terza e quarta età, con evidenti ricadute anche sulla raccolta pubblicitaria. D'altra parte, grazie alla diffusione di tecnologie facilmente utilizzabili (video-telefonino) si verifica un processo di de-specializzazione che investe le professionalità [...]
  • Lo trovi in
  • Scheda
  • Unimarc
USM$N6O8@Mediazione interculturale e comunicazione. CTU

Mediazione interculturale e comunicazione. CTU

Documento disponibile

Richiesta di prestito

Inventario
272 6297
Collocazione
CTU.M. 09.02. 220