opac, catalogo, online,servizi, biblioteca, sebina

La selva : da soggetto narrativo a ricorso letterario : studi sul romanzo ispano-americano tra '800 e '900

Serafin, Silvana

2006

Abstract
Le cinque opere considerate - Maria (1827) di Jorge Isaacs, La voràgine (1924) di Eustasio Rivera, Canaima (1934) di Rómulo Gallegos, Los pasos perdidos (1953) di Alejo Carpentier, La casa verde (1965) di Mario Vargas Llosa - mettono in risalto, ciascuna a modo proprio, l'evoluzione stilistica e prospettica del romanzo della selva. Se la selva di Maria esiste solo in funzione degli stati d'animo dei personaggi, quella di La voràgine diviene personaggio assiale del plot, imponendosi sull'uomo sino a disumanizzarlo e a confonderlo con le altre creature che popolano i territori incontaminati. In Canaima essa vive un momento di transizione in quanto l'aspetto sociale - e di conseguenza l'uomo - ruba parziali primi piani a una natura, destinata a ridimensionare la propria importanza nelle opere successive. Nonostante l'elaborazione del mito edenico, Los pasos perdidos esaspera la ricerca del sé che trova piena espressione in ambito originario, mentre La casa verde offre una rinnovata visione del tema [...]
  • Lo trovi in
  • Scheda
  • Unimarc
USMN6@Mediazione interculturale e comunicazione

Mediazione interculturale e comunicazione

Documento disponibile

Richiesta di prestito

Inventario
012 9103
Collocazione
MIC. 860 03 /16
Note
v. 16