opac, catalogo, online,servizi, biblioteca, sebina

Notazione e grafia musicale nel 20. secolo

Villa-Rojo, Jesús

2013

Abstract
L'evoluzione del linguaggio musicale, dai tempi di Guido d'Arezzo (XI secolo), ha sempre trovato un pendant nei cambiamenti subìti dalla notazione e dalla grafia: ma è fuor di dubbio che è nel Novecento che le nuove esigenze sonore ed espressive hanno preteso una vera rivoluzione nel modo, ormai cristallizzato da troppo tempo, di fissare il suono sulla carta. Era necessaria, insomma, una nuova simbologia rappresentativa, la creazione di elementi che facilitassero la comprensione e l'interpretazione del messaggio musicale. Il libro del compositore spagnolo Jesús Villa-Rojo, una delle figure più stimolanti dell'odierno panorama della musica classica, ricostruisce le origini e gli sviluppi della notazione musicale nel Ventesimo secolo, e "racconta il tentativo di tanti autori di piegare il segno al proprio pensiero e quindi spiega che la rottura con la notazione tradizionale non è stato un tradimento alla musica, ma ha origine dalla necessità di superare ciò che i compositori hanno avvertito [...]
  • Lo trovi in
  • Scheda
  • Unimarc
USMP8@Arte musica spettacolo

Arte musica spettacolo

Documento in prestito. Rientro previsto 18/09/2018

Inventario
020 14566
Collocazione
15L. C09. 161